martedì 19 settembre 2017

... ma a casa mi hanno atteso i miei figli per la preghiera della sera....

Ho sostato dodici minuti presso il Molo Sud di San Benedetto del Tronto. Ho fatto due passi per rilassarmi dalla mattinata lavorativa, per respirare buona aria e ripartire per un pomeriggio intenso di lavoro. Sono poi arrivato dal primo cliente del pomeriggio e, dopo aver parcheggiato, ho aperto il baule per prendere la borsa del lavoro ma.... sorpresa, stupore, shock: la borsa non c'era.
Mi hanno aperto e chiuso l'auto e sottratto fraudolentemente la borsa senza che me ne accorgessi. 
Sono tornato sui miei passi ma niente da fare, non ho ritrovato nulla, nessuno ha visto alcunché.
Tre ore di strada per tornare a casa rimuginando su quello che era successo e sul dove potevo aver sbagliato.
Giunto al GRA un non annunciato incidente mi ha costretto a 57 minuti in più sul GRA e poi altri 37 minuti per cercare il parcheggio sotto casa.
Salito in casa con oltre 3 ore di ritardo sul previsto.... i miei figli mi aspettavano per le preghiere della sera.
Ho forzato il ritorno dell'entusiasmo e dell'ottimismo e così è stato.
A voi che mi avete rubato la borsa del lavoro auguro che: leggendo il libro "E Dio disse loro" possiate ricongiungervi con le vostre mogli; guardando i miei documenti di lavoro compriate una bilancia Gibertini; scrutando tra le mie foto di famiglia possiate mandare qualche soldo di aiuto per i miei figli; trovando quei fogli e disegni dei miei figli, che porto sempre con me perchè mi sono cari, mi restituiate almeno quelli.
Ecco le mie preghiere.
Poi, Signore, quando hai un attimo... facciamoci una bella chiacchierata, io e Te....


sabato 16 settembre 2017

Gli "occhioni" di Paolo non hanno bisogno del sostegno dello Stato

Secondo giorno di scuola. Paolo cammina con me mano nella mano e, vicino alle scale, riconosce prima di me la sua nuova maestra Silvia e le corre incontro gettandole addosso prima i suoi "occhioni" e poi un lungo largo caloroso abbraccio.
La maestra, visibilmente commossa, mi guarda e dice: "Mi ha già fatto innamorare questo bambino" e se lo spupazza per un po'.
A chi lo dice, Maestra!
Anche io e mamma Sara ne siamo innamorati e le possiamo confermare che è quello "sguardo profondo e vivo" a sostenere tutto, sono quegli occhioni a non aver bisogno del sostegno dello Stato che non è mai presente quando un figlio ha bisogno, per brillare e sprizzare luce e gioia attorno Ma noi ora, come genitori affidatari, costringeremo lo Stato a chinarsi al diritto allo studio di Paolo e lo faremo sciogliere davanti a quegli occhi e a quell'abbraccio!

venerdì 15 settembre 2017

Giornata della gratitudine: qualcuno grato e riconoscente per il tuo passato da combattente pro life c'è ancora

Oggi è la mia piccola e modesta giornata della gratitudine. Una amica lontana in km mi ha telefonato per coinvolgermi in un progetto europeo pro life, memore del mio passato da combattente, volontario e organizzatore nel  Movimento per la vita italiano.
Mi sono realmente commosso.
Qualcuna che riconosce il valore della Storia, e della storia personale, c'è ancora.
Ho accettato.
Sono grato e rendo grazie.

giovedì 14 settembre 2017

Primo giorno di scuola e prime battaglie per il nostro piccolo Paolo....

Primo giorno di scuola e prime battaglie per il nostro piccolo Paolo per potergli dare il sostegno adeguato previsto dalla Legge....
Piccolo mio, credono che io mi arrenda così facilmente?
Naaaaaaaaaaaaaaaaa
Ne vedremo delle belle. Stay tuned. Chi vuole sostenerci con consigli o preghiere sono sempre ben accette.
Grazie

lunedì 4 settembre 2017

Stamattina mi sono risvegliato così, con Pappi addosso

Stamattina mi sono risvegliato così, con Pappi addosso. Che cosa c'è di meglio per iniziare la giornata?

venerdì 1 settembre 2017

Ogni gradino, un ricordino

Per 30 anni sono partito da queste scale. Per la scuola, per sub, per il lavoro, per uscire ecc.ecc. e poi per Roma. Affetti. Ogni gradino un ricordino.

martedì 29 agosto 2017

E due bambine di Venarotta hanno cominciato a scrivere la loro storia......

Comunque la serata coi bambini è andata bene: domenica una mamma mi ha detto che le sue due figlie si erano messe a inventare una storia! Queste sono le mie gratificazioni
(se vuoi sapere che cosa è successo leggi qui)

lunedì 28 agosto 2017

Questo piccolo grande Pappi

Te lo ritrovi grande
ad aiutare gli altri
a fare ragionamenti difficili
ad aver paura di crescere
poi te lo ritrovi
nel lettone di 
mamma e babbo
con ancora la maglietta del Milan addosso
e il suo pupazzo preferito
a dormire come un cucciolo

Questo è il nostro
piccolo grande Matteo
da sempre Pappi
entrato nella nostra vita
sette anni fa
che oggi festeggia
il suo compleanno

giovedì 24 agosto 2017

"... ma il Signore non era nel terremoto", dal Primo Libro dei Re

Dal Primo Libro dei Re (19,19a-11-13a)
Gli fu detto: «Esci e fermati sul monte alla presenza del Signore». Ecco, il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento ci fu un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. 12 Dopo il terremoto ci fu un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero. 13 Come l'udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all'ingresso della caverna.